mercoledì, Aprile 24, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Autogol Lega su Autonomia,...

Opposizione attacca Presidente Commissione. Tajani chiede impegni sui Lep Roma, 24 apr. (askanews) –...

Vino, dal 27 al...

Tante novità al Salone dei giovani produttori e delle piccole Cantine Milano, 24 apr....

Imprese, CNA Federmoda: una...

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore...

Teatro, con 100mila biglietti...

Forte: cast di altissimo livello e Stefania Rocca chiavi successo Milano, 24 apr. (askanews)...
HomeAttualitàUna racchetta da...

Una racchetta da padel firmata dal Papa all’asta per solidarietà

A sostegno di 500 famiglie povere

Roma, 26 apr. (askanews) – C’è la firma di Papa Francesco sulla racchetta da padel che sarà messa all’asta in favore del Dispensario pediatrico vaticano “Santa Marta” per sostenere il servizio di accoglienza a 500 famiglie povere con bambini piccoli.

Il Papa ha ricevuto e incoraggiato – proprio oggi mercoledì 26 aprile – i promotori di questa concreta iniziativa solidale attraverso lo sport: l’International Padel Federation e Athletica Vaticana, l’associazione polisportiva ufficiale della Santa Sede. All’incontro con il Papa erano presenti Luigi Carraro, presidente dell’International Padel Federation, e Alessandra Turco, direttore di Vatican Padel.

Con loro un’emozionatissima Delfina Brea, 23enne vicecampionessa del mondo con la nazionale argentina, Alfredo Peñalver, presidente del prestigioso marchio spagnolo Bullpadel e l’artista romana Barbara Salvucci, che ha disegnato la racchetta: insieme hanno risposto all’appello per questa iniziativa solidale attraverso lo sport.

Tra i presenti anche Diego Miller, Presidente dell’American Padel Federation in rappresentanza delle federazioni del continente americano. Da parte vaticana, il giocatore più giovane: il 21enne Davide De Santis. La racchetta da padel con la firma di Papa Francesco sarà messa in vendita sui canali di Bullpadel.

L’intero ricavato dalla vendita della racchetta sarà consegnato al Dispensario “Santa Marta”: i “vicini di casa” di Papa Francesco. Da 101 anni questa concreta rete solidale – affidata alle suore vincenziane – accoglie famiglie povere, con bambini piccoli, di diverse nazionalità, culture e religioni garantendo – oltre a viveri e pannolini – soprattutto la possibilità di visite specialistiche gratuite grazie alla disponibilità di tanti medici. Ed è proprio con le 500 famiglie assistite dal Dispensario Santa Marta che Papa Francesco ha scelto di festeggiare, “in famiglia”, il suo compleanno.

Il progetto ha il sostegno del cardinale José Tolentino de Mendonça, prefetto del Dicastero vaticano per la cultura e l’educazione al quale il Papa ha affidato lo sport nella Costituzione apostolica Praedicate Evangelium.

Correlati

Imprese, CNA Federmoda: una su due prevede fatturato in calo nel 2024

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore della moda: se l’anno scorso è stato complicato, le previsioni per il 2024 mostrano una tempesta, secondo i risultati di un’indagine condotta da CNA Federmoda su...

Urso (MIMIT): Italia coesa e affidabile per gli investimenti stranieri

Presentato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy il nuovo Sportello Unico Attrazione investitori Il nuovo Sportello Unico Attrazione e Sblocco Investimenti, annunciato oggi al Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), arriva in un momento...

Confagri: bene Def semplificato, chiarire tassazione agroenergie

Evidente difficoltà delle imprese agricole nella loro tenuta competitiva Confagricoltura, nel corso dell’audizione di ieri davanti alla Commissione paritetica di bilancio sul Def, ha sottolineato che le difficoltà di competitività delle imprese agricole sono evidenti per una serie di motivi,...