martedì, Marzo 5, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Ue, cosa prevede l’accordo...

Accolte eccezioni su obiettivi riuso, restano divieti plastica monouso Bruxelles, 4 mar. (askanews) –...

Calcio, Sarri: “Niente è...

Domani Bayern-Lazio, ritorno degli ottavi di Champions Roma, 4 mar. (askanews) – Proverà a...

Regolamento sugli imballaggi, c’è...

Concluso il negoziato iniziato stamattina, a breve i dettagli Bruxelles, 4 mar. (askanews) –...

Parlamento al voto su...

In commissione alla Camera opposizioni in ordine sparso:Pd a favore, M5s oggi astenuto...
HomeAttualitàUcraina, Kadyrov mostra...

Ucraina, Kadyrov mostra in tv “pistola Hitler”, Zelenksy ci “si spari”

Immagini che hanno scatenato una polemica social in Russia

Milano, 15 feb. (askanews) – Il presidente della Cecenia Ramzan Kadyrov ha mostrato alla presentatrice russa Olga Skabejeva la pistola Mauser M 19 10(che secondo lui è appartenuta a Hitler) con cui vuole che il presidente ucraino Volodymyr Zelenksy “si spari”. L’immagine dell’intervista è andata in onda sul canale di stato Rossija 1 le sera del 13 febbraio e ha scatenato una polemica in Russia, che ancora prosegue oggi sui social.

La giornalista gli ha chiesto cosa significa per lui “vittoria” in Ucraina. Se è necessario schiacciare fisicamente la leadership a Kiev. Kadyrov ha risposto che non c’è mai stato l’ordine di eliminare fisicamente Zelensky, ma che secondo lui il presidente ucraino dovrebbe fare come Hitler. “Hitler ha capito, si è sparato. Ho una pistola che intendo dare a Zelensky. È un trofeo, è vero. Confido che sarebbe in grado di farlo con un colpo solo. Sarebbe un passo degno: ha ucciso il suo popolo”, dice Kadyrov nell’intervista video.

Kadyrov appartiene al gruppo di falchi nazionalisti che hanno apertamente criticato la leadership della difesa russa per l’inefficienza sul campo di battaglia. Ma evidentemente Vladimir Putin, nonostante queste dichiarazioni, gli permette di continuare a parlare. E il canale statale Rossia 1 gli regala 23 minuti in prima serata. La conduttrice ha addirittura lasciato lo studio di Mosca e si è recata nella provincia di Grozny in Cecenia per fare l’intervista. E Skabejeva sorride, insolitamente dolcemente per lei, mentre passeggia per strada da qualche parte in Cecenia con lui.

Sui social sono apparsi diversi commenti, tra i quali uno particolarmente sarcastico: “Kadyrov dice a Skabejeva di avere una pistola con la quale Hitler si è sparato, portatagli dai “comandanti”. Ancora. I comandanti di Kadyrov. Hanno sequestrato la pistola di Hitler. Come trofeo. Probabilmente quando, insieme a Putin, prese d’assalto la Cancelleria del Reich nel 1945″. Qualcuno però fa anche notare che al momento del suicidio Hitler aveva effettivamente con sè due pistole, solo che erano una Walther PP e una Walther PPK.

Kadyrov ha inviato migliaia di soldati ceceni in Ucraina. Si dice che i suoi uomini abbiano preso parte al tentativo di prendere Kiev nei primissimi giorni di guerra. Il 2 marzo il Washington Post ha scritto che i soldati ceceni diretti ad uccidere il presidente Volodymyr Zelensky erano stati uccisi dalle forze di sicurezza ucraine fuori Kiev: era successo il terzo giorno di guerra, il 26 febbraio.

Kadyrov ha dichiarato nell’intervista che la Russia ha le forze per prendere la capitale Kiev – da cui è stata respinta nelle prime settimane di guerra – e che ha bisogno di catturare l’Ucraina seconda città Kharkiv e il suo porto principale, Odessa.

Correlati

Milano, Consiglio comunale approva assestamento di bilancio

Finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di euro Milano, 27 lug. (askanews) – Il Consiglio comunale di Milano ha approvato la variazione di assestamento del bilancio 2023. Attraverso la manovra vengono finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di...

Meloni: la mafia non ha avuto l’ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...

Mafia, Meloni: non ha avuto ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...