mercoledì, Aprile 24, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Europarlamento approva direttiva Ue...

Armonizza definizioni reati, ma resta stupro basato su violenza Strasburgo, 24 apr. (askanews) –...

Autogol Lega su Autonomia,...

Opposizione attacca Presidente Commissione. Tajani chiede impegni sui Lep Roma, 24 apr. (askanews) –...

Vino, dal 27 al...

Tante novità al Salone dei giovani produttori e delle piccole Cantine Milano, 24 apr....

Imprese, CNA Federmoda: una...

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore...
HomeAttualitàStudio Archea vince...

Studio Archea vince premio per riqualificazione Montpellier

Premio coeur du jury per un monumento da abitare

Roma, 18 mar. (askanews) – Lo Studio d’architettura fiorentino Archea di Marco Casamonti ha conquistato Montpellier.

Il progetto ‘Nouvelle Arche’ è stato premiato con il premio Coup de coeur du jury al concorso Folies architecturales du 21e siècle – promosso dalla città di Montpellier per la riqualificazione di un quartiere di Montpellier.

La speciale menzione è stata conferita presso il Mipim: la proposta di Archea Associati riunisce in sé le componenti che caratterizzano il quartiere Ovalie, ovverosia l’albero, la torre e la porta.

Il progetto ‘Nouvelle Arche’, redatto dallo studio Archea Associati con la promozione di Eiffage Immobilier per la progettazione della nuova folies, è iniziato con l’analisi della città, attraverso gli occhi degli storici, degli abitanti di Montpellier e degli architetti. Il quartiere dell’Ovalie, estensione della città storica e luogo di transizione tra il paesaggio urbano e quello suburbano, è una combinazione di spazi aperti e aree edificate. Il progetto è composto di due edifici, i quali, come la torre Babote o la torre Pins, si ergono e dialogano tra loro, creando una porta che distribuisce il quartiere Ovalie e simboleggia il passaggio tra la grande scala metropolitana e la scala più umana del quartiere residenziale. A differenza di altre, questa nuova porta non è “solo” un monumento o una semplice demarcazione. È “abitata” perché è occupata, attiva e funzionale; abitata perché è un ricettacolo di emozioni; abitata perché uomini, fauna, flora e natura convivono e si incantano a vicenda. Una torre, una porta, un albero? Un nuovo arco così semplice.

Correlati

Imprese, CNA Federmoda: una su due prevede fatturato in calo nel 2024

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore della moda: se l’anno scorso è stato complicato, le previsioni per il 2024 mostrano una tempesta, secondo i risultati di un’indagine condotta da CNA Federmoda su...

Urso (MIMIT): Italia coesa e affidabile per gli investimenti stranieri

Presentato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy il nuovo Sportello Unico Attrazione investitori Il nuovo Sportello Unico Attrazione e Sblocco Investimenti, annunciato oggi al Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), arriva in un momento...

Confagri: bene Def semplificato, chiarire tassazione agroenergie

Evidente difficoltà delle imprese agricole nella loro tenuta competitiva Confagricoltura, nel corso dell’audizione di ieri davanti alla Commissione paritetica di bilancio sul Def, ha sottolineato che le difficoltà di competitività delle imprese agricole sono evidenti per una serie di motivi,...