sabato, Aprile 13, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Turismo, nel 2024 per...

La catena di alberghi sul mare amplia l’offerta e apre al lusso Milano, 13...

Open d’Italia Disabili, al...

Nel giro finale in palio anche il titolo italiano Roma, 12 apr. (askanews) –...

Arabia Saudita, un volo...

Le proposte Visit Saudi per la destinazione a più rapida crescita Milano, 12 apr....

Salone Mobile, il meglio...

Alla Brussels House arredi e oggetti in chiave sostenibile Milano, 12 apr. (askanews) –...
HomeAttualitàPapa: bambini hanno...

Papa: bambini hanno dimenticato come ridere. Abbiamo tolto loro sorriso

Colloquio con don Davide Banzato: oggi business più grande è vendita armi

Roma, 18 feb. (askanews) – “Stiamo vivendo un tempo dove il business più grande è la vendita delle armi, la fabbrica delle armi. Se per un anno non si fabbricassero armi, finirebbe la fame nel mondo”. L’invito a immedesimarsi nelle sofferenze degli altri, non avendo “paura di toccare la carne del fratello”, e non aggrapparsi ai fallimenti della vita ma all'”ancora” della speranza: cosi Papa Francesco esorta nel corso dell’intervista esclusiva rilasciata a don Davide Banzato per il programma “I Viaggi del Cuore”, in onda su Canale 5 che domenica 19 febbraio andrà in replica sempre alle 8:45.

Il Papa si commuove nuovamente, come accadde l’8 dicembre scoppiando in pianto davanti al Mondo, parlando della guerra e delle tante dimenticate guerre nel Mondo, pensando ai più deboli, ai più fragili: “I bambini si sono dimenticati come ridere. Sono andato a trovare i bambini che erano all’Ospedale pediatrico Bambino Gesù. Ho incontrato bambini ucraini che erano tutti feriti, nessuno di loro aveva un sorriso”. E incalza: “Togliere il sorriso a un bambino significa… una tragedia!”. E questa tragedia della guerra, che calpesta la dignità dell’uomo, è trattata in modo preciso dal Papa insieme alla pandemia che ha portato alla crisi economica e finanziaria e che peserà su molte famiglie sempre di più e che ci chiama a prendere coscienza che da soli non possiamo farcela, dobbiamo decidere di cambiare. don Davide nelle 10 domande a 10 anni dal pontificato di Papa Francesco, oltre a ripercorrere la storia di vita di Papa Bergoglio dall’infanzia, agli anni in Argentina come arcivescovo e al questo decennio come successore di Pietro, chiede “cosa possiamo fare tutti noi” e il Papa consiglia di partire là dove viviamo “da piccoli gesti” e di “camminare insieme”. Questi alcuni suggerimenti che usciranno arricchiti in un testo rivisitato dell’intervista integrale al Papa in dialogo con don Banzato, insieme ad aneddoti personali e ad altri temi di attualità come il tema della pedofilia, degli abusi, di situazioni legate al Vaticano e ai documenti del Papa, nel testo preordinatile e disponibile in libreria dal 21 febbraio “Cerca il tuo orizzonte. Rialzarsi e ripartire oggi” edito da Piemme in collaborazione con LEV.

Correlati

La nave Duilio abbatte due droni nel mar Rosso

Nell’ambito dell’operazione dell’Unione Europea Aspides, nave Duilio ha abbattuto, in attuazione del principio di autodifesa, due droni aerei. Lo rende noto il ministero della Difesa. Duilio circa dieci giorni fa, quanto non era ancora base operativa di Aspides, aveva sventato...

Milano, Consiglio comunale approva assestamento di bilancio

Finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di euro Milano, 27 lug. (askanews) – Il Consiglio comunale di Milano ha approvato la variazione di assestamento del bilancio 2023. Attraverso la manovra vengono finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di...

Meloni: la mafia non ha avuto l’ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...