lunedì, Luglio 15, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Vaccini nei bambini, allarme...

(Adnkronos) - Stallo delle vaccinazioni pediatriche nel mondo, con coperture che restano...

Coppa America 2024, Argentina...

(Adnkronos) - L'Argentina vince la Coppa America 2024. Nella finale di Miami,...

Caso Morgan e Angelica...

(Adnkronos) - "Ok, va bene, vi racconto tutta la storia, la verità...

Brenda e Kelly, l’addio...

(Adnkronos) - "Sto ancora elaborando il mio enorme dolore per la perdita...
HomeAttualitàNegoziati d'associazione all'Ue,...

Negoziati d’associazione all’Ue, San Marino al rush finale

Segretario agli Esteri Beccari: servirà un ultimo sforzo politico

Roma, 9 mar. (askanews) – San Marino si prepara al rush finale per l’accordo di associazione all’Unione europea, che rappresenta per il Titano un’opportunità di accedere al mercato unico con una “perfetta equivalenza” con i paesi membri, pur mantenendo lo status di terzo rispetto al raggruppamento. L’ha spiegato oggi ad askanews il segretario di Stato agli Esteri Luca Beccari, che ha incontrato a Roma gli ambasciatori dei paesi Ue accreditati a San Marino.

“È un incontro che abbiamo organizzato con gli ambasciatori di tutti i paesi europei accreditati a San Marino, quindi un momento per affrontare il tema del negoziato che San Marino sta conducendo con l’Unione europea per un accordo di associazione e, più in generale, il piano dei rapporti tra San Marino e Unione Europea alla luce di quelle che sono più comunque le sfide di oggi che vanno al di là della partecipazione o meno al mercato unico”, ha spiegato Beccari.

L’Ue ha aperto percorsi negoziali per accordi d’associazione per tre piccoli paesi europei: San Marino, Monaco e Andorra. Il processo, a quanto ha spiegato lo scorso anno il vicepresidente della Commissione europea Maros Sefcovic, dovrebbe essere portato a termine entro l’anno. Per San Marino – ha spiegato Beccari – questa è “l’opportunità di essere integrato nel mercato unico in condizione di perfetta equivalenza rispetto a un paese membro pur mantenendo una condizione di stato terzo”. Per dirla in altre parole, ha continuato, è “un compromesso rispetto all’adesione che scompone e manda avanti in questo momento la parte pratica, quindi il meccanismo del Mercato unico, e lascia in sospeso quella politica relativa alla partecipazione piena all’Unione europea nei suoi organismi”.

Si tratta di un percorso che consente a uno stato di piccole dimensioni come San Marino di accedere a una procedura alternativa al percorso d’adesione che avrebbe comportato tempi lunghi e notevoli difficoltà.

In questo percorso, l’Italia ha avuto un ruolo d’impulso in una prima fase. “L’Italia ha avuto un ruolo fondamentale all’inizio di questo percorso perché è stato con un forte impulso italiano tra il 2014 è il 2015, è un particolare l’Italia era rapprensentata a Bruxelles da (Federica) Mogherini nel ruolo di responsabile del SEAE (Servizio europeo per l’azione esterna, ndr.), che ha di fatto creato le condizioni, insieme poi alla collaborazione anche di Spagna e Francia, per l’avvio di questo negoziato. Ma devo pure dire: l’apporto italiano è stato fondamentale”.

Da quel momento in poi – ha continuato Beccari – “l’Italia ha sempre accompagnato da un punto di vista di supporto percorso di San Marino, che però sul piano negoziale è stato autonomo rispetto all’Unione europea. Oggi forse il rush finale, laddove ci sono delle questioni politiche magari di più difficile soluzione, potrebbe richiedere ancora uno sforzo per la conclusione, che vedrà probabilmente fare entrare in campo l’elemento politico, cioè rendere possibile che a volte non è possibile sulla carta”.

Correlati

“Dieci milioni di italiani soffrono di occhio secco: casi in aumento tra minori per esposizione a smartphone e tablet”

“Si stima che più di dieci milioni di persone (un italiano su cinque) abbiano sofferto di disturbi oculari riconducibili all’occhio secco (Dry Eye), un disagio vissuto come una vera e propria patologia, al pari dei dolori di una angina...

Innovation Village 2024, l’8 e 9 maggio a Napoli tra sostenibilità, AI e le opportunità per le imprese

Promuovere lo scambio di fabbisogni, idee e conoscenze e co-progettare soluzioni tecnologiche innovative e funzionali attraverso la creazione di circuiti collaborativi fra ricerca e imprese è l’obiettivo di Innovation Village 2024, il network di riferimento del Mezzogiorno in ambito...

Professioni, nel 2023 dall’Odcec Roma quasi mille ore di formazione gratuita in aula

“Il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha confermato, anche nel 2023, il proprio impegno nel campo della formazione, offrendo in un anno quasi 1000 ore di formazione in aula gratuita agli iscritti (993)....