lunedì, Maggio 27, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Influencer ferita a Biella,...

(Adnkronos) - Sebbene Soukaina El Basri, conosciuta come Siu, sia uscita dal...

Ucraina, record per drone...

(Adnkronos) - Un drone ucraino a lungo raggio ha attaccato un sistema...

Long covid può compromettere...

(Adnkronos) - Il Long Covid può compromettere la capacità lavorativa. Molte ricerche...

Isola dei famosi 2024,...

(Adnkronos) - Dario Cassini abbandona l'Isola dei famosi 2024. In seguito al...
HomeAttualitàModa, parte Mipel,pelletteria...

Moda, parte Mipel,pelletteria italiana guarda a mondo e a ripresa

Attenzione alle PMI e internazionalizzazione del Made in Italy

Rho, 20 feb. (askanews) – È il più importante evento fieristico internazionale dedicato alla pelletteria e all’accessorio di moda: in Fiera Milano a Rho, alla presenza del ministro del Turismo Daniela Santanchè, si è aperta la 123esima edizione di Mipel: 4mila mq di esposizione con 150 brand del Made in Italy e provenienti dall’estero.

“Il settore vive due realtà – ha detto ad askanews Franco Gabbrielli, presidente di Assopellettieri – una per la produzione per i grandi brand, l’altra per lo sviluppo dei marchi propri, che qui a Mipel sono rappresentati con 120 aziende. Da una parte c’è un grande entusiasmo perché le grandi aziende stanno avendo un significativo rimbalzo dopo il Covid, mentre l’altra parte è maggiormente in difficoltà. Però in questa fiera sono tornati i numeri del pre Covid, quindi siamo molto fiduciosi che si inizi ad avere un ritorno alla normalità”.

I numeri del 2022 di Confindustria Moda parlano di un export che trascina il settore e cresce del 15,1%, con trend positivi di produzione (+6,7%) e di fatturato (+ 14,8%). E quando si ragiona di moda è inevitabile riferirsi a Milano, la città cui è dedicato il concept dell’evento fieristico. “Qui – ha spiegato Danny D’Alessandro, direttore Assopellettieri e Mipel – è la moda, qui è dove accadono le cose e qui è il concept che noi dobbiamo celebrare”.

Assopellettieri, inoltre, in collaborazione con The European House-Ambrosetti condurrà un’indagine sulle piccole e medie imprese presenti in fiera, considerate centrali per il settore e per la sua crescita. “La piccola azienda – ha aggiunto il presidente Gabbrielli – è radicata sul territorio e dà una tranquillità completamente diversa allo Stato. Quindi crediamo che lo Stato dovrebbe aiutare le piccole e medie imprese a rimanere in piedi. Ecco, quesito chiediamo”.

Altro aspetto importante della fiera è Mipel Lab, il format dedicato allo sviluppo e alla promozione della pelletteria italiana di lusso. “Mipel Lab – ha detto ancora D’Alessandro – è un concept dedicato alle aziende di produzione che hanno bisogno di trovare sul mercato brand che siano intenzionati a produrre in Italia. Qual è il nostro target? È il marchio piccolo o medio che magari sta cercando di fare brand extension perché ha avuto successo nell’abbigliamento ed è interessato al mondo della pelletteria, perché offre dei margini molto interessanti, e noi siamo pronti con una proposta per dare la risposta giusta”.

Altri elementi di Mipel sono l’attenzione alle collezioni e ai progetti creativi innovativi, il sostegno a brand e designer emergenti e, non ultima, una grande attenzione ai temi della formazione e del lavoro nel comparto. “Dobbiamo riuscire a spiegare ai ragazzi – ha concluso il direttore di Assopellettieri – che in pelletteria c’è lavoro di qualità, ben retribuito e stabile”.

La fiera della pelletteria anche quest’anno si svolge in contemporanea con Micam e TheOneMilano e in parziale sovrapposizione con Homi e Lineapelle.

Correlati

“Dieci milioni di italiani soffrono di occhio secco: casi in aumento tra minori per esposizione a smartphone e tablet”

“Si stima che più di dieci milioni di persone (un italiano su cinque) abbiano sofferto di disturbi oculari riconducibili all’occhio secco (Dry Eye), un disagio vissuto come una vera e propria patologia, al pari dei dolori di una angina...

Innovation Village 2024, l’8 e 9 maggio a Napoli tra sostenibilità, AI e le opportunità per le imprese

Promuovere lo scambio di fabbisogni, idee e conoscenze e co-progettare soluzioni tecnologiche innovative e funzionali attraverso la creazione di circuiti collaborativi fra ricerca e imprese è l’obiettivo di Innovation Village 2024, il network di riferimento del Mezzogiorno in ambito...

Professioni, nel 2023 dall’Odcec Roma quasi mille ore di formazione gratuita in aula

“Il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha confermato, anche nel 2023, il proprio impegno nel campo della formazione, offrendo in un anno quasi 1000 ore di formazione in aula gratuita agli iscritti (993)....