mercoledì, Aprile 24, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Autogol Lega su Autonomia,...

Opposizione attacca Presidente Commissione. Tajani chiede impegni sui Lep Roma, 24 apr. (askanews) –...

Vino, dal 27 al...

Tante novità al Salone dei giovani produttori e delle piccole Cantine Milano, 24 apr....

Imprese, CNA Federmoda: una...

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore...

Teatro, con 100mila biglietti...

Forte: cast di altissimo livello e Stefania Rocca chiavi successo Milano, 24 apr. (askanews)...
HomeAttualitàMobilità, LimoLane chiude...

Mobilità, LimoLane chiude round da 4 mln euro. Ceo: puntiamo a estero

Nel 2022 ricavi superiori a 8 mln per la startup della business mobility

Milano, 27 feb. (askanews) – LimoLane, la piattaforma digitale leader nella mobilità premium, ha chiuso un round di investimento da 4 milioni di euro guidato dall’imprenditore seriale Fabio Nalucci, ceo & founder di Gellify, e il veicolo Equity Venture Club. Al round hanno partecipato una selezione di investitori italiani e internazionali di rilievo come Riccardo Martinelli, ex chief investment officer di Partners group in Italia.

Il round di investimento consentirà di aumentare la presenza in piattaforma degli chauffeur services, categoria oggi frammentata, che solo in Italia conta oltre 34.000 micro-attività ben radicate sul territorio ma sprovviste di mezzi tecnologicamente innovativi in grado di ottimizzare il servizio offerto. Inoltre, l’obiettivo di LimoLane è soddisfare una nuova e crescente richiesta di mobilità urbana non di linea da parte di categorie di utenza sia business che consumer Vip.

“In un solo anno LimoLane è cresciuta in maniera esponenziale, ciò dimostra l’efficacia di un business model vincente che in breve tempo si è affermato tra le soluzioni digitali all’avanguardia nel segmento della mobilità premium – ha commentato Nalucci – Supportare il lungimirante e competente team di LimoLane in questa fase di scaling nazionale e internazionale, permetterà al brand di raggiungere un ruolo di leadership globale e inoltre di portare l’expertise imprenditoriale del nostro Paese anche oltre i confini nazionali, come già avvenuto in Gran Bretagna e in Francia”.

La società, nata in Italia nel 2021 ma con ricavi internazionali già nel 2022, ha chiuso il bilancio con ricavi superiori a 8 milioni di euro, 3,2 volte in più di quanto raggiunto l’anno precedente; nata a seguito di un venture building di successo tra Gellify e una realtà tradizionale operante nel mondo Ncc, LimoLane punta a rivoluzionare la mobilità business e premium tramite una piattaforma digitale accessibile dai clienti di tutto il mondo.

Ad oggi è attiva in Italia, Gran Bretagna e Francia, in cui rappresenta il punto di riferimento di qualità per corporate e privati. La piattaforma LimoLane è già multicanale e consente ai clienti una esperienza d’uso completa tramite l’app attiva su smartphone o table, via web e via call center con un’assistenza clienti attiva 24/7. Di recente, la società ha intrapreso l’espansione in Europa con l’apertura di nuove sedi a Londra e Parigi e grazie alla raccolta di capitale continuerà lo sviluppo oltre i confini nazionali, rafforzando il team al fine di affermare il proprio business model anche nei mercati esteri.

La start up ha lanciato anche la LiMO Academy, percorso di formazione tramite cui si mira a creare una nuova figura professionale certificata che sia in grado di distinguersi per la qualità del servizio.

“La chiusura di questa operazione ci rende molto soddisfatti e ci permetterà di continuare a implementare il nostro ambizioso piano, ovvero digitalizzare e innovare il settore della mobilità business – ha concluso Francesco Righetti, ceo di LimoLane – Continueremo a potenziare la nostra tecnologia integrando nuove funzionalità, supportando la nostra community di autisti e società specializzate, rafforzando la nostra presenza locale ed internazionale, con uno sguardo rivolto anche oltreoceano”.

Correlati

Imprese, CNA Federmoda: una su due prevede fatturato in calo nel 2024

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore della moda: se l’anno scorso è stato complicato, le previsioni per il 2024 mostrano una tempesta, secondo i risultati di un’indagine condotta da CNA Federmoda su...

Urso (MIMIT): Italia coesa e affidabile per gli investimenti stranieri

Presentato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy il nuovo Sportello Unico Attrazione investitori Il nuovo Sportello Unico Attrazione e Sblocco Investimenti, annunciato oggi al Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), arriva in un momento...

Confagri: bene Def semplificato, chiarire tassazione agroenergie

Evidente difficoltà delle imprese agricole nella loro tenuta competitiva Confagricoltura, nel corso dell’audizione di ieri davanti alla Commissione paritetica di bilancio sul Def, ha sottolineato che le difficoltà di competitività delle imprese agricole sono evidenti per una serie di motivi,...