lunedì, Marzo 4, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Ue, cosa prevede l’accordo...

Accolte eccezioni su obiettivi riuso, restano divieti plastica monouso Bruxelles, 4 mar. (askanews) –...

Calcio, Sarri: “Niente è...

Domani Bayern-Lazio, ritorno degli ottavi di Champions Roma, 4 mar. (askanews) – Proverà a...

Regolamento sugli imballaggi, c’è...

Concluso il negoziato iniziato stamattina, a breve i dettagli Bruxelles, 4 mar. (askanews) –...

Parlamento al voto su...

In commissione alla Camera opposizioni in ordine sparso:Pd a favore, M5s oggi astenuto...
HomeAttualitàLavoro, Benaglia (Fim):...

Lavoro, Benaglia (Fim): Proviamo a lavorare 4 giorni a settimana

Apriamo il confronto con l’azienda

“La notizia che 61 aziende nel Regno Unito stanno sperimentando attivamente settimane brevi con risultati interessanti per aziende e lavoratori va confrontata nella stessa direzione anche tra le parti sociali in Italia. Ora è il momento di regolamentare il lavoro, soprattutto nel settore manifatturiero in modo più sostenibile, libero e produttivo”.

Lo ha annunciato Roberto Benaglia, segretario generale della Fim-Cisl. “La digitalizzazione e i salti tecnologici e organizzativi che stanno avvenendo in molte aziende metalmeccaniche devono motivarci a superare le barriere – ha affermato – verso la possibilità di ripensare i tempi aziendali e di ridurli non per il bene della competitività aziendale, ma ricercando un nuovo equilibrio e risultati migliori”.

Già lo scorso anno, al Congresso di Torino, la Fim si è soffermata sulla definizione di “lavoro equo”, proponendo di negoziare una forma di lavoro, soprattutto a livello aziendale, composta da 4 parti di tutte le attività e 1/5 di orario di lavoro ridotto, componenti che possono essere utilizzati anche per l’allenamento o per prendersi cura del carico.

“Non si tratta di ridurre l’orario di lavoro in maniera generalizzata come avveniva nel secolo scorso – ha aggiunto – ma rendere il lavoro più sostenibile e flessibile alle esigenze delle persone significa rendere i luoghi di lavoro più attraenti, in questo tempo in cui molti lavoratori, soprattutto giovani persone, stanno cambiando posti di lavoro e le competenze si stanno spostando nel mercato del lavoro. I sindacati devono rilanciare la sfida di vincere e innovare l’organizzazione del lavoro per contrattare e creare posti di lavoro produttivi e più sostenibili, anche per la popolazione lavorativa sempre più anziana ed esperta”.

Ciro Di Pietro

Correlati

Milano, Consiglio comunale approva assestamento di bilancio

Finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di euro Milano, 27 lug. (askanews) – Il Consiglio comunale di Milano ha approvato la variazione di assestamento del bilancio 2023. Attraverso la manovra vengono finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di...

Meloni: la mafia non ha avuto l’ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...

Mafia, Meloni: non ha avuto ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...