venerdì, Giugno 14, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Euro 2024, Germania-Scozia 5-1:...

(Adnkronos) - La Germania travolge la Scozia per 5-1 oggi a Monaco...

G7, manifestanti su stuttura...

(Adnkronos) - Fuori programma alla Fiera del levante di Bari, dove è...

SuperEnalotto, numeri combinazione vincente...

(Adnkronos) - Estratta la combinazione vincente del SuperEnalotto. Nessun 6 né 5+1,...

Milano, incendio in autofficina:...

(Adnkronos) - Tre persone sono morte e tre sono rimaste ferite nell'incendio...
HomeAttualitàFed oggi decide...

Fed oggi decide su tassi Usa in riunione tra le più incerte da anni

Mercati tesi: Istituto deve bilanciare crisi banche e inflazione

Roma, 22 mar. (askanews) – I vertici della Federal Reserve si riuniranno questa settimana per una delle riunioni politiche più incerte della banca centrale degli Stati Uniti da anni.

Costretta a bilanciare le conseguenze di una crisi bancaria e un’inflazione che rimane ben al di sopra dell’obiettivo, la Fed dovrebbe aumentare i tassi di interesse di un altro 0,25% quando rilascerà la sua ultima decisione politica alle 19.00 italiane. Questa mossa porterebbe l’intervallo dei tassi di interesse di riferimento della Fed al 4,75%-5%, il più alto dal 2006. Il presidente della Fed Jerome Powell terrà una conferenza stampa alle 19.30. per spiegare la decisione della Fed.

“Sono tra l’incudine e il martello”, ha detto Wilmer Stith, gestore del portafoglio obbligazionario per Wilmington Trust. “C’è una crisi bancaria ed è davvero una posizione molto tenue e scomoda per la Fed”.

Durante la sua audizione semestrale davanti al Congresso all’inizio di marzo, il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato che dati economici forti probabilmente spingerebbero l’interesse “più in alto di quanto previsto in precedenza”.

Pochi giorni dopo, la sedicesima banca più grande degli Stati Uniti, la Silicon Valley Bank, è stata posta in amministrazione controllata dalla FDIC, segnando il secondo più grande fallimento bancario nella storia degli Stati Uniti. La sera di domenica 12 marzo, la Fed, il Tesoro e la FDIC erano intervenuti per sostenere i depositi presso la banca e, in effetti, i depositi in tutto il sistema bancario.

I regolatori hanno anche sequestrato Signature Bank il 12 marzo e la scorsa settimana il settore bancario ha organizzato un salvataggio de facto di un altro istituto in difficoltà, la First Republic. Le azioni di First Republic hanno raggiunto un minimo storico lunedì poiché gli investitori temono che la banca sarà la quarta banca statunitense a fallire questo mese.

Lo scorso fine settimana, i giganti bancari svizzeri UBS e Credit Suisse si sono fusi in una combinazione di emergenza volta a sostenere il sistema bancario europeo. La Fed, insieme alla Bce e alle principali banche centrali del mondo ha nuovamente rilasciato una dichiarazione domenica sera, questa volta sulle linee di swap globali per garantire che la liquidità in dollari rimanga abbondante in tutto il pianeta.

Correlati

“Dieci milioni di italiani soffrono di occhio secco: casi in aumento tra minori per esposizione a smartphone e tablet”

“Si stima che più di dieci milioni di persone (un italiano su cinque) abbiano sofferto di disturbi oculari riconducibili all’occhio secco (Dry Eye), un disagio vissuto come una vera e propria patologia, al pari dei dolori di una angina...

Innovation Village 2024, l’8 e 9 maggio a Napoli tra sostenibilità, AI e le opportunità per le imprese

Promuovere lo scambio di fabbisogni, idee e conoscenze e co-progettare soluzioni tecnologiche innovative e funzionali attraverso la creazione di circuiti collaborativi fra ricerca e imprese è l’obiettivo di Innovation Village 2024, il network di riferimento del Mezzogiorno in ambito...

Professioni, nel 2023 dall’Odcec Roma quasi mille ore di formazione gratuita in aula

“Il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha confermato, anche nel 2023, il proprio impegno nel campo della formazione, offrendo in un anno quasi 1000 ore di formazione in aula gratuita agli iscritti (993)....