mercoledì, Aprile 24, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Europarlamento approva direttiva Ue...

Armonizza definizioni reati, ma resta stupro basato su violenza Strasburgo, 24 apr. (askanews) –...

Autogol Lega su Autonomia,...

Opposizione attacca Presidente Commissione. Tajani chiede impegni sui Lep Roma, 24 apr. (askanews) –...

Vino, dal 27 al...

Tante novità al Salone dei giovani produttori e delle piccole Cantine Milano, 24 apr....

Imprese, CNA Federmoda: una...

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore...
HomeAttualitàEnit promuove siti...

Enit promuove siti Unesco Veneto con influencer Anna Nooshin

La regione muove oltre 1,8 mln visitatori dai Paesi Bassi

Roma, 27 feb. (askanews) – L’Italia con Enit in un percorso di valorizzazione di tre siti UNESCO nel Veneto, regione che muove oltre un milione e 800mila visitatori dai Paesi Bassi. I territori toccati sono Padova, le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene e le Dolomiti. Per sviluppare esperienze di viaggio su misura è stata coinvolta l’influencer iran-olandese internazionale Anna Nooshin, iraniana di nascita e olandese d’adozione, nota nel mondo del lifestyle, della moda, della bellezza, dei viaggi e delle cause umanitarie. Su Youtube è diventata famosa per il suo stile di vita e i consigli di bellezza. Nel 2011 ha co-fondato la rete di blog creativi online NSMBL, dove si è ritagliata un posto d’onore con post di viaggio, i video e i suggerimenti sullo styling. Nel 2020 ha aperto il più grande museo di Instagram in Europa chiamato Upside Down, e quindi lanciato la sua beautyline basata sulla convinzione che la bellezza debba essere accessibile, semplice e inclusiva. “Attraversare la Penisola con un sguardo esterno e innovativo restituisce nuove prospettive di viaggio e consente di sperimentare strumenti di comunicazione come i social network. Affidarsi a strumenti innovativi al passo con i tempi è un modo per restituire messaggi e immagini anche diverse dell’Italia vista con sguardi esterni e un approccio al racconto dell’identità di un Paese con una grande storia che può essere raccontata in modo sempre più attuale, più moderno, più virale” dichiara Ivana Jelinic presidente e Ceo Enit.

La meta centrale di Anna Nooshin sarà quella del Sito delle Colline del prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, Patrimonio UNESCO dal 2019, che sta puntando molto sul turismo all’aria aperta, raccogliendo apprezzamento crescente sia dai visitatori nazionali che internazionali e in particolare dai Paesi Bassi che rappresentano il 9 per cento dei viaggiatori dell’area. “Il turismo dai Paesi Bassi segna un andamento positivo. E siamo certi sia destinato ad aumentare significativamente grazie al programma di investimenti che il territorio sta promuovendo, ad esempio, sul mondo del biking, con la creazione di percorsi dedicati e l’organizzazione di gare dal respiro internazionale o del trekking, con l’inaugurazione, quest’anno, del cammino delle Colline del Prosecco e di una rete di 40 itinerari. Un turismo slow e sostenibile che renderà ancora più attrattivo il nostro Sito UNESCO”. sottolinea Marina Montedoro, Presidente dell’Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene.

Correlati

Imprese, CNA Federmoda: una su due prevede fatturato in calo nel 2024

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore della moda: se l’anno scorso è stato complicato, le previsioni per il 2024 mostrano una tempesta, secondo i risultati di un’indagine condotta da CNA Federmoda su...

Urso (MIMIT): Italia coesa e affidabile per gli investimenti stranieri

Presentato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy il nuovo Sportello Unico Attrazione investitori Il nuovo Sportello Unico Attrazione e Sblocco Investimenti, annunciato oggi al Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), arriva in un momento...

Confagri: bene Def semplificato, chiarire tassazione agroenergie

Evidente difficoltà delle imprese agricole nella loro tenuta competitiva Confagricoltura, nel corso dell’audizione di ieri davanti alla Commissione paritetica di bilancio sul Def, ha sottolineato che le difficoltà di competitività delle imprese agricole sono evidenti per una serie di motivi,...