mercoledì, Aprile 24, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Europarlamento approva direttiva Ue...

Armonizza definizioni reati, ma resta stupro basato su violenza Strasburgo, 24 apr. (askanews) –...

Autogol Lega su Autonomia,...

Opposizione attacca Presidente Commissione. Tajani chiede impegni sui Lep Roma, 24 apr. (askanews) –...

Vino, dal 27 al...

Tante novità al Salone dei giovani produttori e delle piccole Cantine Milano, 24 apr....

Imprese, CNA Federmoda: una...

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore...
HomeAttualitàDl milleproroghe, opposizioni:...

Dl milleproroghe, opposizioni: su balneari governo allo sbando

“Mette a rischio credibilità Paese”

Roma, 15 feb. (askanews) – “Siamo di fronte ad un governo allo sbando e ad una maggioranza a pezzi, che rischiano di esporre il nostro Paese ad un serissimo rischio di infrazione. Nel corso della discussione e della votazione in Aula del Decreto Milleproroghe, il Governo ha chiesto una sospensione per risolvere – come successivamente confermato dal Senatore Romeo in aula – talune sopravvenute e imprecisate criticità sull’emendamento ‘balneari’, già riformulato dal Governo, approvato nelle Commissioni referenti riunite e inserito nel testo da sottoporre a votazione”. Così in una nota, a nome dei gruppi di opposizione in Senato, Simona Malpezzi, Barbara Floridia, Raffaella Paita, Julia Unterberger, Peppe De Cristofaro.

“Alla ripresa dei lavori, tuttavia, nessuna spiegazione è stata fornita all’Aula – sottolineano i senatori di opposizione – circa le sopravvenute criticità, le ragioni sottostanti, i rischi istituzionali di una mancata soluzione di tali criticità. Le opposizioni ritengono queste omissioni una grave lacuna in termini di trasparenza e chiedono che si precisino in sede di discussione i rischi connessi a possibili infrazioni europee e ai connessi maggiori oneri per lo Stato e i cittadini, che si acquisisca il parere tecnico della Ragioneria sul punto e che il Governo relazioni sulla compatibilità della suddetta norma, nell’attuale formulazione, rispetto agli impegni assunti dal Governo in sede di PNRR sulla parte relativa alla concorrenza”.

Correlati

Imprese, CNA Federmoda: una su due prevede fatturato in calo nel 2024

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore della moda: se l’anno scorso è stato complicato, le previsioni per il 2024 mostrano una tempesta, secondo i risultati di un’indagine condotta da CNA Federmoda su...

Urso (MIMIT): Italia coesa e affidabile per gli investimenti stranieri

Presentato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy il nuovo Sportello Unico Attrazione investitori Il nuovo Sportello Unico Attrazione e Sblocco Investimenti, annunciato oggi al Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), arriva in un momento...

Confagri: bene Def semplificato, chiarire tassazione agroenergie

Evidente difficoltà delle imprese agricole nella loro tenuta competitiva Confagricoltura, nel corso dell’audizione di ieri davanti alla Commissione paritetica di bilancio sul Def, ha sottolineato che le difficoltà di competitività delle imprese agricole sono evidenti per una serie di motivi,...