venerdì, Aprile 12, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Open d’Italia Disabili, al...

Nel giro finale in palio anche il titolo italiano Roma, 12 apr. (askanews) –...

Arabia Saudita, un volo...

Le proposte Visit Saudi per la destinazione a più rapida crescita Milano, 12 apr....

Salone Mobile, il meglio...

Alla Brussels House arredi e oggetti in chiave sostenibile Milano, 12 apr. (askanews) –...

Abruzzo, prima riunione Giunta,...

“Confronto e condivisione sulle sfide che ci attendono” Roma, 12 apr. (askanews) – “Oggi...
HomeAttualitàCultura, Sangiuliano: rapporti...

Cultura, Sangiuliano: rapporti intensi Italia-Israele

Il ministro al museo ebraico di Roma

Roma, 26 apr. (askanews) – “Io credo che la cultura possa essere strumento per rafforzare, per conseguire tutti insieme gli obiettivi di pace, libertà ed equità, nel rispetto di tutti. Io celebrerò i 75 anni dalla fondazione dello stato di Israele e non dimentichiamo mai che è l’unica vera democrazia del Medio Oriente che accetta il dissenso e il pluralismo, e dà la parola a tutti quanti”. Lo ha detto il ministro della cultura, Gennaro Sangiuliano, nel corso del suo intervento alla presentazione nel museo ebraico della Capitale della mostra “Roma 1948 – Arte italiana verso Israele”, a cura di Davide Spagnoletto e Giorgia Calò, ed aperta al pubblico da domani.

Nella rassegna di opere e documenti, tra Italia e Israele è anche una raccolta di creazioni che molti autori italiani nel 1948 fecero per salutare l’arrivo del nuovo stato. Tanta è la curiosità per una teca con un cilindro d’argento dove è conservata una delle otto copie della dichiarazione di indipendenza che fu letta nel museo di Tel Aviv da Ben Gurion.

“Il mio primo atto ufficiale da ministro della cultura è stato venire qui – ha detto subito il ministro Sangiuliano – Non conoscevo la storia di questi artisti italiani che nel 1948 hanno mandato in Israele le loro opere. Devo dire che ho sempre pensato che la nascita dello stato di Israele fosse un fatto doveroso, necessario, importante, fondamentale per tutto il genere umano”.

Sangiuliano ha poi spiegato: “Ho potuto apprezzare l’enorme contributo che la cultura ebraica ha dato a quella italiana. Se scorriamo o gli annali delle nostre migliori espressioni artistiche e culturali troveremo tantissimi autori e artisti di religione ebraica”.

Ma questa – ha aggiunto- “è una bella storia, penso che possa essere anche un inizio: perché almeno fino a quando ci sarò io al ministero farò in modo che i rapporti tra l’Italia e lo stato di Israele siano sempre più intensi, sempre più vicini e intrecciati nella letteratura, nelle arti, nell’arte contemporanea, nella musica. In tutto quello che vogliamo sviluppare insieme”.

Correlati

La nave Duilio abbatte due droni nel mar Rosso

Nell’ambito dell’operazione dell’Unione Europea Aspides, nave Duilio ha abbattuto, in attuazione del principio di autodifesa, due droni aerei. Lo rende noto il ministero della Difesa. Duilio circa dieci giorni fa, quanto non era ancora base operativa di Aspides, aveva sventato...

Milano, Consiglio comunale approva assestamento di bilancio

Finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di euro Milano, 27 lug. (askanews) – Il Consiglio comunale di Milano ha approvato la variazione di assestamento del bilancio 2023. Attraverso la manovra vengono finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di...

Meloni: la mafia non ha avuto l’ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...