sabato, Aprile 13, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Turismo, nel 2024 per...

La catena di alberghi sul mare amplia l’offerta e apre al lusso Milano, 13...

Open d’Italia Disabili, al...

Nel giro finale in palio anche il titolo italiano Roma, 12 apr. (askanews) –...

Arabia Saudita, un volo...

Le proposte Visit Saudi per la destinazione a più rapida crescita Milano, 12 apr....

Salone Mobile, il meglio...

Alla Brussels House arredi e oggetti in chiave sostenibile Milano, 12 apr. (askanews) –...
HomeAttualitàCina: noi trasparenti...

Cina: noi trasparenti su origine Covid, gli Usa lo sono?

Portavoce ministero Esteri: abbiamo semopre condiviso le informazioni

Roma, 28 feb. (askanews) – La Cina ha sostenuto oggi di essere stata trasparente riguardo all’origine della pandemia Covid-19, respingendo le accuse provenienti dagli Usa e ribadite dall’ambasciatore Usa Nicholas Burns e ha rovesciato le accuse agli stessi Stati uniti.

“Sulla tracciabilità delle origini della SARS-CoV-2, la Cina è stata aperta e trasparente e ha condiviso informazioni e dati su COVID-19 con la Comunità internazionale in modo tempestivo. La Cina è l’unico paese che ha invitato più di una volta gruppi di esperti dell’OMS a venire nel paese per condurre uno studio congiunto sulle origini della SARS-CoV-2. La Cina ha condiviso più dati e risultati di ricerca sullo studio delle origini SARS-CoV-2 rispetto a qualsiasi altro paese, fornendo un contributo importante alla tracciabilità globale delle origini”, ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri Mao Ning nella quotidiana conferenza stampa. .

“Sono gli Stati Uniti che dovrebbero rispondere alle domande e alle preoccupazioni del mondo su Fort Detrick e sui suoi laboratori militari e biologici in tutto il mondo. Politicizzando la questione, gli Stati Uniti non riusciranno a screditare la Cina. Invece, danneggerà solo la credibilità degli Stati Uniti”, ha continuato Mao, facendo riferimento alle attività dell’Istituto di ricerca medica sulle malattie infettive dell’esercito degli Stati Uniti di Fort Detrick .

“In qualità di ambasciatore degli Stati Uniti in Cina, il signor Burns deve fare di più per aiutare a migliorare le relazioni Cina-USA e promuovere la comprensione reciproca tra i due popoli, piuttosto che il contrario”, ha concluso Mao Ning.

Correlati

La nave Duilio abbatte due droni nel mar Rosso

Nell’ambito dell’operazione dell’Unione Europea Aspides, nave Duilio ha abbattuto, in attuazione del principio di autodifesa, due droni aerei. Lo rende noto il ministero della Difesa. Duilio circa dieci giorni fa, quanto non era ancora base operativa di Aspides, aveva sventato...

Milano, Consiglio comunale approva assestamento di bilancio

Finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di euro Milano, 27 lug. (askanews) – Il Consiglio comunale di Milano ha approvato la variazione di assestamento del bilancio 2023. Attraverso la manovra vengono finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di...

Meloni: la mafia non ha avuto l’ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...