mercoledì, Aprile 24, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Autogol Lega su Autonomia,...

Opposizione attacca Presidente Commissione. Tajani chiede impegni sui Lep Roma, 24 apr. (askanews) –...

Vino, dal 27 al...

Tante novità al Salone dei giovani produttori e delle piccole Cantine Milano, 24 apr....

Imprese, CNA Federmoda: una...

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore...

Teatro, con 100mila biglietti...

Forte: cast di altissimo livello e Stefania Rocca chiavi successo Milano, 24 apr. (askanews)...
HomeAttualitàCasa, Abitare Co:...

Casa, Abitare Co: a Milano nel 2022 ricavi vendite +37,2% a 11,8mld

Fatturato in 8 principali città a 43mld; calano nuove abitazioni

Milano, 20 feb. (askanews) – Nel 2022 il mercato immobiliare nelle otto principali città italiane ha sfiorato i 43 miliardi di euro (42,9mld), +12,7%. Milano si distingue per la crescita del fatturato con un netto +37,2% a 11,8 miliardi, a fronte di un aumento delle compravendite stimato nel +4,4%. Roma con 15,8 miliardi di ricavi è prima in assoluto per valore, con un balzo del fatturato del 22,5% (+2,6% il numero di compravendite). E’ quanto emerge da un report di Abitare Co., società di intermediazione e servizi immobiliari specializzata sulle nuove residenze. A spingere i ricavi, si legge, “soprattutto un nuovo e costante aumento dei prezzi di vendita”.

Il mercato immobiliare negli otto centri, viene spiegato, ha registrato una crescita delle compravendite totali (nuovo più usato) del +3% rispetto al 2021, ma un calo del -1,5% delle nuove abitazioni, con Milano che registra un tonfo del 12,2%. Sul nuovo, sottolineano gli analisti, “i cali, sia delle compravendite che dell’offerta, sono principalmente imputabili ai ritardi nella partenza e nell’avanzamento di molte iniziative immobiliari”, “l’aumento dei costi delle materie prime e soprattutto il rallentamento delle forniture dei materiali”.

Oltre a Milano sul fronte delle compravendite di nuove abitazioni hanno chiuso in negativo anche Firenze (-11,8%) e Napoli (-9,9%). Tutte le altre hanno invece registrato il segno positivo, con Bologna prima per crescita (+5,2%).

Ma nonostante ci sia stata una flessione sulle vendite sul nuovo, i prezzi medi sono aumentati in tutte le principali città analizzate (+4,9% rispetto al 2019), raggiungendo un valore medio generale di 4.475 euro al metro quadro. Milano e Bologna, rispettivamente con +11,9% e +8,4%, sono le città più dinamiche. Il capoluogo lombardo si avvicina ormai ai 7mila euro al metro quadrato (6.700 a mq.) seguita da Roma (5.300 a mq.) e Firenze (5.100 a mq.).

Correlati

Imprese, CNA Federmoda: una su due prevede fatturato in calo nel 2024

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore della moda: se l’anno scorso è stato complicato, le previsioni per il 2024 mostrano una tempesta, secondo i risultati di un’indagine condotta da CNA Federmoda su...

Urso (MIMIT): Italia coesa e affidabile per gli investimenti stranieri

Presentato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy il nuovo Sportello Unico Attrazione investitori Il nuovo Sportello Unico Attrazione e Sblocco Investimenti, annunciato oggi al Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), arriva in un momento...

Confagri: bene Def semplificato, chiarire tassazione agroenergie

Evidente difficoltà delle imprese agricole nella loro tenuta competitiva Confagricoltura, nel corso dell’audizione di ieri davanti alla Commissione paritetica di bilancio sul Def, ha sottolineato che le difficoltà di competitività delle imprese agricole sono evidenti per una serie di motivi,...