martedì, Marzo 5, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Ue, cosa prevede l’accordo...

Accolte eccezioni su obiettivi riuso, restano divieti plastica monouso Bruxelles, 4 mar. (askanews) –...

Calcio, Sarri: “Niente è...

Domani Bayern-Lazio, ritorno degli ottavi di Champions Roma, 4 mar. (askanews) – Proverà a...

Regolamento sugli imballaggi, c’è...

Concluso il negoziato iniziato stamattina, a breve i dettagli Bruxelles, 4 mar. (askanews) –...

Parlamento al voto su...

In commissione alla Camera opposizioni in ordine sparso:Pd a favore, M5s oggi astenuto...
HomeAttualitàAuto,Marchesini (Confindustria):stop diesel-benzina?Temo...

Auto,Marchesini (Confindustria):stop diesel-benzina?Temo effetto Cuba

Viaggeranno su strada solo auto vecchissime e inquinanti

Rimini, 20 feb. (askanews) – Con lo stop ai motori diesel e benzina voluto dal Parlamento europeo a partire dal 2035 “si rischia l’effetto Cuba”, il paese dell’America centrale “dove viaggiano auto vecchissime” perché le famiglie non si possono permettere di acquistare quelle più moderne. Lo stesso può avvenire in Italia, secondo il vicepresidente di Confindustria, Maurizio Marchesini: “le auto elettriche costano care, le famiglie non se lo possono permette” e a questo si aggiungono i problemi “infrastrutturali”.

Quelli della sostenibilità sono “obiettivi troppo ambiziosi”, ha spiegato Marchesini intervenendo alla presentazione del Rapporto Italgro-Censis “Nuove sfide per la distribuzione: Horeca e il fuori casa” alla fiera Beer attraction a Rimini. Tra l’altro “si è fissato un unico modo per raggiungere gli obiettivi: il motore elettrico – ha aggiunto il vicepresidente di Confindustria -. Il problema è che se all’industria si dà un termine breve e un solo mezzo” per realizzare gli obiettivi “cerca il metodo di adesso, non quello del futuro”. In questo modo si “smette di fare ricerca, perché non c’è spazio, tempo e modo”. Un problema che sta investendo tutto il settore dell’automotive: “le ricerche su tipi di batterie diverse e sull’induzione per ricarica sono tutte abbandonate: lo scopo è di arrivare al 2035 senza auto diesel-benzina e addirittura nei piani industriali della case automobilistiche è indicato il 2030: ovviamente i tempi non ci sono e non ci sono i denari”.

Così, secondo Marchesini “si rischia l’effetto Cuba, dove hanno auto vecchissime. Temo molto anche per il nostro paese. Le auto elettriche costano care, le famiglie non se lo possono permette, ci sono problemi di infrastrutture, non conviene comprare le macchine endotermiche perché a un certo punto usciranno di produzione e di costo”. Quindi “avremo le vecchie macchine” in circolazione.

Correlati

Milano, Consiglio comunale approva assestamento di bilancio

Finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di euro Milano, 27 lug. (askanews) – Il Consiglio comunale di Milano ha approvato la variazione di assestamento del bilancio 2023. Attraverso la manovra vengono finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di...

Meloni: la mafia non ha avuto l’ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...

Mafia, Meloni: non ha avuto ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...