mercoledì, Aprile 24, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Europarlamento approva direttiva Ue...

Armonizza definizioni reati, ma resta stupro basato su violenza Strasburgo, 24 apr. (askanews) –...

Autogol Lega su Autonomia,...

Opposizione attacca Presidente Commissione. Tajani chiede impegni sui Lep Roma, 24 apr. (askanews) –...

Vino, dal 27 al...

Tante novità al Salone dei giovani produttori e delle piccole Cantine Milano, 24 apr....

Imprese, CNA Federmoda: una...

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore...
HomeAttualitàAcciaio, Giani: Jsw...

Acciaio, Giani: Jsw intende proseguire con investimenti in Toscana

Presidente Toscana dopo incontro con vertici azienda indiana

Roma, 8 mar. (askanews) – “Prendo atto della volontà, espressa oggi dai vertici di Jsw, di procedere con gli investimenti. In una prospettiva di ripresa della produzione, la Regione non farà mancare il suo supporto”. Così il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha commentato l’incontro di oggi, a Firenze, con una delegazione ai massimi livelli della multinazionale indiana, composta da Divyakumar Bhair, capo del progetti internazionali di Jsw, da Narender Sharma vicepresidente del gruppo nonché responsabile marketing internazionale, da Sudhakar Asawale, direttore operativo del sito di Piombino e da Marco Carrai, vicepresidente di Jsw steel Italy.

Obiettivo dell’incontro quello di fare il punto sull’evolversi della situazione a seguito degli incontri che la delegazione indiana ha avuto nei giorni scorsi con ministero Ambiente, ministero delle Imprese e del Made in Italy, Autorità portuale e sindaco di Piombino.

Il presidente, supportato dal direttore per la competitività territoriale della Toscana Paolo Tedeschi, ha chiesto a Jsw conferma della volontà di tornare a produrre acciaio a Piombino. I rappresentanti di Jsw hanno confermato di voler procedere con gli investimenti annunciando che a breve verranno ultimati il business plan, i piani per la logistica, il piano industriale e il piano energetico.

Alla luce di questo è stato quindi ipotizzata un aggiornamento degli accordi di programma, possibilmente entro la metà del 2023.

Correlati

Imprese, CNA Federmoda: una su due prevede fatturato in calo nel 2024

Peggiora la crisi del settore moda Si addensano i venti di crisi nel settore della moda: se l’anno scorso è stato complicato, le previsioni per il 2024 mostrano una tempesta, secondo i risultati di un’indagine condotta da CNA Federmoda su...

Urso (MIMIT): Italia coesa e affidabile per gli investimenti stranieri

Presentato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy il nuovo Sportello Unico Attrazione investitori Il nuovo Sportello Unico Attrazione e Sblocco Investimenti, annunciato oggi al Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), arriva in un momento...

Confagri: bene Def semplificato, chiarire tassazione agroenergie

Evidente difficoltà delle imprese agricole nella loro tenuta competitiva Confagricoltura, nel corso dell’audizione di ieri davanti alla Commissione paritetica di bilancio sul Def, ha sottolineato che le difficoltà di competitività delle imprese agricole sono evidenti per una serie di motivi,...