lunedì, Luglio 22, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Ritiro Biden, la sfida...

(Adnkronos) - La vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris pronuncerà un discorso...

Trump: “Biden non ha...

(Adnkronos) - "Biden non ha mai avuto il covid. Ora dimenticherà di...

Kamala Harris, vietato sbagliare:...

(Adnkronos) - La rinuncia di Joe Biden alla candidatura per le elezioni...

Temporali e forti piogge...

(Adnkronos) - Dopo le forti ondate di calore, ora è il maltempo...
HomeAttualitàStudio rivela che...

Studio rivela che la Cina sta vincendo gara tecnologica con Usa

Pechino avanti su 37 delle 44 tecnologie critiche, compresa difesa

Roma, 2 mar. (askanews) – La Cina sta vincendo la gara tecnologica con gli Stati uniti. Lo sostiene il rapporto “Critical Technology Tracker – The global race for future power” dell’Australian Strategic Policy Institute (ASPI), secondo il quale Pechino è in vantaggio nella ricerca su 37 delle 44 tecnologie censite dall’ASPI.

“La nostra ricerca rivela che la Cina ha costruito le fondamenta di una posizione come superpotenza mondiale di punta nella scienza e nella tecnologia, costituendo talvolta un vantaggio sconcertante in ricerche ad alto impatto nella maggioranza dei campi tecnologici critici ed emergenti”, segnala lo studio dell’ASPI.

Il Critical Technology Tracker monitora una gamma di campi tecnologici che vannno dalla difesa, allo spazio, alla robotica, all’energia, alle biotecnologie, oltre che l’ambiente, l’intelligenza artificiale (AI), i materiali avanzati e le principali tecnologie quantistiche.

Lo studio dimostra che, per alcune di queste tecnologie chiave ad alto impatto, la top ten delle istituzioni di ricerca è completamente cinese. Queste producono complessivamente nove volte gli articoli pubblicati dalle istituzioni del paese al secondo posto, gli Usa.

In particolare, l’Accademia cinese delle scienze è in testa alla classifica per molte delle 44 tencnologie e, in diversi altri casi, seconda o terza. Pechino, inoltre, vola alta anche per la capacità di attirare talenti e conoscenza.

Uno dei settori chiave in cui la Cina eccelle è quella relativa alle tecnologie spaziali, il che conferma le preoccupazioni diffuse dopo che ad agosto 2021 l’intelligence Usa ha rivelato che Pechino si è dotata di missili ipersonici capaci di veicolare ordigni nucleari. La Cina ha generato il 48,49 per cento delle pubblicazioni ad alto impatto del mondo sui motori aeronautici avanzati, incluso l’ipersonico, e ospita sette dei 10 principali istituti di ricerca del mondo in quest’area tematica.

Gli Stati uniti risultano secondi nella maggior parte delle 44 tecnologie esaminate nel Critical Technology Tracker. Attualmente sono all’avanguardia in aree come l’informatica ad alte prestazioni, l’informatica quantistica e i vaccini.

I dati dell’ASPI, inoltre, rivelano che c’è un grande divario tra il duo di testa, la Cina e gli Stati Uniti, rispetto agli altri paesi. I dati indicano un piccolo gruppo di paesi di seconda fascia guidati da India e Regno unito: altri paesi che compaiono regolarmente in questo gruppo, in molti campi tecnologici, includono la Corea del Sud, la Germania, l’Australia, l’Italia e, meno spesso, il Giappone.

Correlati

“Dieci milioni di italiani soffrono di occhio secco: casi in aumento tra minori per esposizione a smartphone e tablet”

“Si stima che più di dieci milioni di persone (un italiano su cinque) abbiano sofferto di disturbi oculari riconducibili all’occhio secco (Dry Eye), un disagio vissuto come una vera e propria patologia, al pari dei dolori di una angina...

Innovation Village 2024, l’8 e 9 maggio a Napoli tra sostenibilità, AI e le opportunità per le imprese

Promuovere lo scambio di fabbisogni, idee e conoscenze e co-progettare soluzioni tecnologiche innovative e funzionali attraverso la creazione di circuiti collaborativi fra ricerca e imprese è l’obiettivo di Innovation Village 2024, il network di riferimento del Mezzogiorno in ambito...

Professioni, nel 2023 dall’Odcec Roma quasi mille ore di formazione gratuita in aula

“Il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha confermato, anche nel 2023, il proprio impegno nel campo della formazione, offrendo in un anno quasi 1000 ore di formazione in aula gratuita agli iscritti (993)....