lunedì, Luglio 22, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Trump: “Biden non ha...

(Adnkronos) - "Biden non ha mai avuto il covid. Ora dimenticherà di...

Kamala Harris, vietato sbagliare:...

(Adnkronos) - La rinuncia di Joe Biden alla candidatura per le elezioni...

Temporali e forti piogge...

(Adnkronos) - Dopo le forti ondate di calore, ora è il maltempo...

Roma, tre evasi da...

(Adnkronos) - Tre minori tunisini sono evasi dal carcere minorile di Roma...
HomeAttualitàPoke House raggiunge...

Poke House raggiunge i 100 mln di fatturato e si espande a Miami

La catena conta così 130 negozi

Milano, 1 mar. (askanews) – Poke House, catena della ristorazione specializzata nelle healthy bowls, nel 2022 ha raggiunto un fatturato consolidato di 100 milioni di euro con 1.000 dipendenti con un’età media di 27 anni e inizia il primo trimestre 2023 con l’apertura del secondo locale in pieno centro a Miami Beach, a due passi dall’Atlantico, la nuova Lenox House, che porta a 130 il numero dei locali della catena.

Il nuovo locale, di 66 metri quadrati, gode di un affaccio su Lenox Avenue, ad angolo con la Lincoln Road di Miami Beach, location celebre a livello mondiale per lo shopping e la ristorazione all’aperto nel cuore di South Beach.

Lenox House rappresenta un ulteriore traguardo che consolida il progetto di crescita internazionale intrapreso dalla foodtech nata a fine 2018 dall’idea di Matteo Pichi e Vittoria Zanetti. Oggi Poke House è presente nel Regno Unito, Olanda, Spagna, Francia, Portogallo, Romania, Austria e appunto, Stati Uniti. Quest’ultimo è stato determinante per il processo di internazionalizzazione intrapreso dal brand, la cui presenza si è consolidata ulteriormente dopo l’acquisizione – avvenuta a gennaio 2022 – della catena Sweetfin, uno dei brand più iconici in California, conosciuto come il precursore del poke e leader delle bowl plant-based negli Stati Uniti. L’operazione ha coinvolto in particolare le 14 location a marchio Sweetfin in California.

La qualità delle materie prime nel caso di Poke House entra in un modello di business ibrido, a metà strada tra retail e digital che è alla base della crescita della catena. “Siamo molto orgogliosi dei risultati ottenuti quest’anno che confermano la leadership di Poke House: abbiamo portato un po’ di West Coast anche a Miami, grazie alla nostra seconda House a pochi passi dalle splendide spiagge che la rendono celebre – ha detto Matteo Pichi, ceo&co founder di Poke House – Grazie alla doppia presenza in città siamo in grado di soddisfare ancora meglio la domanda giovane, dinamica e in cerca di healthy food gustoso”.

Correlati

“Dieci milioni di italiani soffrono di occhio secco: casi in aumento tra minori per esposizione a smartphone e tablet”

“Si stima che più di dieci milioni di persone (un italiano su cinque) abbiano sofferto di disturbi oculari riconducibili all’occhio secco (Dry Eye), un disagio vissuto come una vera e propria patologia, al pari dei dolori di una angina...

Innovation Village 2024, l’8 e 9 maggio a Napoli tra sostenibilità, AI e le opportunità per le imprese

Promuovere lo scambio di fabbisogni, idee e conoscenze e co-progettare soluzioni tecnologiche innovative e funzionali attraverso la creazione di circuiti collaborativi fra ricerca e imprese è l’obiettivo di Innovation Village 2024, il network di riferimento del Mezzogiorno in ambito...

Professioni, nel 2023 dall’Odcec Roma quasi mille ore di formazione gratuita in aula

“Il Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma ha confermato, anche nel 2023, il proprio impegno nel campo della formazione, offrendo in un anno quasi 1000 ore di formazione in aula gratuita agli iscritti (993)....