martedì, Marzo 5, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Ue, cosa prevede l’accordo...

Accolte eccezioni su obiettivi riuso, restano divieti plastica monouso Bruxelles, 4 mar. (askanews) –...

Calcio, Sarri: “Niente è...

Domani Bayern-Lazio, ritorno degli ottavi di Champions Roma, 4 mar. (askanews) – Proverà a...

Regolamento sugli imballaggi, c’è...

Concluso il negoziato iniziato stamattina, a breve i dettagli Bruxelles, 4 mar. (askanews) –...

Parlamento al voto su...

In commissione alla Camera opposizioni in ordine sparso:Pd a favore, M5s oggi astenuto...
HomeAttualitàLe Tre Marie...

Le Tre Marie rinnova il marchio e si amplia in nuovi segmenti

Sammontana e Galbusera rafforzano brand su prima colazione e indulgence

Milano, 9 mar. (askanews) – Le tre Marie, nome storico dei prodotti da forno dell’industria italiana, rinnova il proprio marchio. Parte di questo “radicale” rinnovamento è anche l’ampliamento della gamma dei prodotti, che va a rafforzare il presidio in quei segmenti di mercato dove storicamente opera e dove, soprattutto nell’ultimo periodo la concorrenza si è fatta più serrata: i croissant surgelati e i prodotti da forno, tanto i continuativi, come frollini e wafer, quanto i lievitati delle ricorrenze, come il panettone. A decidere di rinnovare l’immagine del brand le due aziende che lo cogestiscono, Sammontana Italia e Galbusera.

Dal 2013 infatti Sammontana si occupa del segmento della pasticceria surgelata dopo aver ceduto a Galbusera la produzione di lievitati da ricorrenza e di prodotti continuativi da forno, oltre all’utilizzo del marchio per tutte le categorie in cui Galbusera opera in Italia e all’estero. Ora, a quasi dieci anni da quell’accordo, le due aziende hanno deciso di investire in questo restiling attualizzando graficamente il logo e recuperandone al tempo stesso le radici, che sono antichissime, quasi leggendarie. Non a caso nel nuovo marchio non c’è una data che ne sancisce l’origine. Al suo posto la dicitura “antica marca” che rimanda alla leggenda del forno milanese della confraternita cristiana delle Quattro Marie che nel 1150 offriva ai bisognosi farina e pane in cambio di monete raffiguranti Maria Vergine, Maria Maddalena, Maria Salome e Maria di Cleofa. Successivamente l’immagine della Beata Vergine venne separata lasciando come simbolo le tre figure femminili minori. Ora puntando sui valori di autenticità, femminilità e gentilezza, il nuovo marchio, erede di una pasticceria nata nel 1896 nel cuore di Milano, accompagnerà con il payoff “dolci gesti gentili” tutte le confezioni dei prodotti rivolti sia al mercato dell’horeca che a quello consumer.

Quello dell’horeca, in particolare, è un mercato che riguarda prevalentemente Sammontana con la produzione di croissant surgelati. “A oggi – ci ha spiegato il direttore marketing, Annalisa Ferri – il 90% dei nostri croissant viene venduto nel fuori casa e un 10% nella gdo. Qui Le tre Marie detiene la leadership con i suoi croissant surgelati grazie al boom registrato durante il Covid e ora consolidatosi”. Attualmente in Italia si stima si vendano 2 miliardi di prodotti da forno per la colazione all’anno nel fuori casa, la metà è surgelato. “Di questo mercato – ha aggiunto Ferri – il 30% è coperto dal marchio Le tre marie”. L’estero non è il mercato privilegiato perchè “sono prodotti molto legati alle abitudini e alle tradizioni locali”. Non a caso una novità in rampa di lancio sono i croissant a base neutra sviluppati per soddisfare le esigenze di chi fa una colazione salata “che è un trend in grande crescita”. Non è escluso per il futuro un ritorno del brand nel comparto dei gelati: “Noi come Sammontana – ha spiegato Ferri – stiamo immaginando questa pasticceria ideale di Le tre Marie e stiamo pensando a tutto quello che potrebbe esserci all’interno, non so se prima verrà il gelato o altro”. Del resto con la recente acquisizione da parte di Ferrero della campana Fresystem, che produce cornetti e altri dolci surgelati, la concorrenza sul mercato della colazione italiana nel fuori casa si fa più serrata ed è necessario rafforzare il posizionamento. “Noi abbiamo le idee abbastanza chiare su quello che vogliamo costruire e vogliamo concentrarci sul nostro – ha spiegato Ferri – Per le aziende italiane che non sono multinazionali la strada è focalizzarsi sulle proprie capacità e disegnare il futuro con determinazione”.

Per quanto riguarda invece la gdo, qui il presidio col marchio Le tre Marie è in mano a Galbusera, pronta a lanciare ad aprile un nuovo prodotto, i frollini morbidi “che creano un nuovo segmento nel comparto generale dei frollini visto che finora il morbido era associato alle merendine – ha spiegato Giovanna Solito, direttore marketing di Galbusera – per sviluppare questi biscotti è stato necessario un investimento in macchine nuove che sono state inserite in linee già esistenti e nuovi processi produttivi per garantire il risutlato”. Il mercato dei prodotti da forno continuativi nel 2022 per Le tre Marie è cresciuto del 7% a valore, ma le soddisfazioni più grandi sono arrivare dai prodotti da ricorrenza, come il panettone, cresciuto a volume del 15%.

Correlati

Milano, Consiglio comunale approva assestamento di bilancio

Finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di euro Milano, 27 lug. (askanews) – Il Consiglio comunale di Milano ha approvato la variazione di assestamento del bilancio 2023. Attraverso la manovra vengono finanziate maggiori spese per oltre cento milioni di...

Meloni: la mafia non ha avuto l’ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...

Mafia, Meloni: non ha avuto ultima parola, si può sconfiggere

“Trent’anni fa Cosa Nostra fece esplodere tre autobombe” Roma, 27 lug. (askanews) – “Nella notte tra il 27 e il 28 luglio di trent’anni fa Cosa Nostra sferrò un altro colpo della sua strategia stragista ed eversiva contro lo Stato,...