martedì, Luglio 16, 2024

News e Investimenti

Breaking News

Caldo estremo sull’Italia, oggi...

(Adnkronos) - Ancora una giornata rovente sull'Italia, colpita da Nord a Sud...

Von der Leyen cerca...

(Adnkronos) - Bocche super cucite in Fratelli d'Italia, ieri, alla vigilia dell'incontro...

Trump sceglie Vance, il...

(Adnkronos) - Donald Trump sceglie il senatore JD Vance come candidato vice...

Biden attacca: “Trump e...

(Adnkronos) - "Ecco l'accordo su J.D. Vance. Parla dei lavoratori. Ma ora,...
HomeAutoprodottiISTAT, CNA: allarmante...

ISTAT, CNA: allarmante calo della fiducia delle imprese a settembre

Sono peggiorate le condizioni del credito bancario

“Il calo della fiducia delle imprese registrato dall’ISTAT è preoccupante, così come quello dei consumatori. Tuttavia, riflette le preoccupazioni che la nostra Confederazione esprime da tempo, sulla base dell’impressione che abbiamo del sistema produttivo italiano che rappresentiamo”.

“Specificatamente, riteniamo che la sfiducia derivi dalle conseguenze delle politiche creditizie attuate dalla Banca Centrale Europea e dal conseguente comportamento delle banche italiane”.

Questo il commento della CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa) ai dati ISTAT sulla fiducia dei consumatori e delle imprese relativi al mese di settembre.

Secondo le imprese, le condizioni del credito bancario sono peggiorate. Inoltre, i dati della BCE mostrano un rallentamento dei prestiti alle imprese in tutta Europa, mentre nel nostro Paese la contrazione è la più forte dal 2004.

Questo calo è legato alla stretta monetaria della Banca Centrale Europea, ma è anche dovuto all’inasprimento delle condizioni imposte dalle banche, che a loro volta hanno ridotto la domanda delle imprese.

La CNA ha osservato che “La situazione che porta a un calo degli investimenti e dei consumi prefigura il rischio di una recessione, come in tutta Europa”.

La Confederazione, guidata da Dario Costantini, ha invitato il Governo a “Varare e far decollare le misure espansive, nei limiti delle possibilità previste dal Trattato europeo”.

“Ma soprattutto la BCE deve evitare nuovi aumenti dei tassi d’interesse e un ulteriore inasprimento delle condizioni di prestito alle imprese da parte delle banche nazionali, come ha nuovamente minacciato ieri il direttore esecutivo”.

Ciro Di Pietro

Immagine di Freepik

Correlati

Fare business e valorizzare il patrimonio culturale: ecco le nuove frontiere del turismo

A Napoli dal 5 al 7 giugno conferenza internazionale del progetto europeo di ricerca e innovazione Horizon 2020 Be.CULTOUR Rigenerare e valorizzare il patrimonio culturale, responsabilizzando le comunità locali e potenziando le loro capacità imprenditoriali per co-creare e testare innovazioni...

Imprese, per Harmonic Innovation Group integrazione con EHT Holding

60 milioni di capitali raccolti tra finanziamenti di importanti Operatori e investimenti di privati, imprese e Istituzioni L’Assemblea generale degli azionisti di Harmonic Innovation Group Società Benefit ha approvato la fusione con EHT Holding, Consorzio catanese che riunisce 80 aziende,...

Festa dei Fiori al Decumano del Mare

Lo scorso 25 maggio in via de Marinis al centro storico di Napoli si è consumato l’ennesimo atto di violenza inaudita che ha sconvolto la comunità di questa parte della città che oggi viene riconosciuta come “Decumano del Mare”. Cinque...